Incubo – un nuovo thriller da Wulf Dorn

 Il thriller che aspettavamo?

Non c’è dubbio: Wulf Dorn è un vero maestro del genere psychothriller, Incubo è uno dei romanzi thriller più avvincenti della sua carriera.
Nel suo sconvolgente libro del 2016, Dorn affida il ruolo di detective a un ragazzo afflitto da incubi terribili ma proprio per questo dotato dello sguardo necessario a risolvere il mistero del mostro che si aggira per il bosco di Fahlenberg.

La prima cosa che colpisce di questo romanzo è la copertina: la perfetta riproduzione del mostro che tutti abbiamo sognato da piccoli, un cagnaccio nero che spalanca le fauci per addentarci, che ci insegue, nel buio della notte mentre non vediamo neppure dopo mettere i piedi. Potrei dire che questo è il riassunto di Incubo, un thriller da paura.

Ciò che trasforma il thriller in un incubo

Simon è un ragazzo difficile e non ha amici, per lui i rapporti con le persone sono difficili. Vive rinchiuso nel suo mondo. Il giorno in cui muoiono i suoi genitori, a causa di un incidente d’auto, per Simon tutto cambierà. In quell’auto c’era anche lui ma il destino ha voluto che egli uscisse illeso dall’incidente e da allora Simon soffre di allucinazioni, sogni che lo tormentano ogni notte. Il ragazzo trascorre alcuni mesi in un ospedale psichiatrico con la sua mente che si rifiuta di ricordare ciò che è successo. Seppellito tra le voci, tra le allucinazioni, c’è un mistero che fatica a venir fuori. 

Prima della tragedia il ragazzo amava la routine quotidiana e detestava i cambiamenti. Ora tutto è mutato, è costretto a trasferirsi a casa della zia Tilia con suo fratello, Michael, che rappresenta un porto sicuro per lui. Nella zona in cui va a vivere si verifica un fatto angosciante: una ragazza scompare senza lasciare alcuna traccia. A breve anche Melina, fidanzata di Michael, scompare durante una notte tempestosa. Simon continua a vivere le sue allucinazioni, i fantasmi dei genitori lo perseguitano, le notti sono terrificanti con incubi travestiti da sogni. Quando Michael diventa il principale indiziato per la scomparsa di Melina, Simon decide di scoprire cosa è realmente successo, nel bosco di Fahlenberg un lupo miete le sue vittime e deve essere fermato. A tutti i costi.

 

Conclusioni affrettate

Incubo è un bel romanzo, la storia ricca di colpi di scena e fortunatamente c’è meno “splatter” del solito, ma questa è una mia considerazione. Unico neo a mio dire è il finale affrettato, un po’ banale, che rende questo libro bello ma con una nota amara sul fondo, proprio quando ti aspetti che ti stupisca visto tutto quello che i personaggi hanno passato. Da leggere si, ma non si riesce ad amare come la Psichiatra, io perlomeno non ci sono riuscito. 

Simone Pinna

Editore: Corbaccio
 

Pagine: 368

Prezzo: € 16,90

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: